Feedback a panino

10

Sicuramente è capitato a tutti di dover dare dei giudizi in merito all’operato di qualcuno, in ambito lavorativo o privato. Ancor più sicuro invece è che tutti abbiamo ricevuto feedback che ci hanno ferito, demoralizzato o fatto arrabbiare. Spesso questi tipi di sentimenti non ci permettono di prendere il buono che c’è nella critica ricevuta, e rischiamo di avere oltre al danno la beffa, perché chi ci ha dato il suo suggerimento in malo modo si riterrà persino soddisfatto e in credito nei nostri confronti. Ecco allora un semplice, ma efficace modello per dare feedback di qualità: il feedback a panino.

Un panino è composto da tre sostanziali strati: il primo è la parte sommitale morbida, magari con i semi di sesamo. Nella prima parte del feedback quindi fate una introduzione morbida e dolce, dicendo cosa dell’operato della persona che avete di fronte è stato efficace. Fategli capire che il giudizio parte sempre da qualcosa di positivo che va giustamente riconosciuto. Il secondo strato del panino invece contiene la parte più consistente, quella realmente nutritiva. Nella seconda parte del feedback ditegli quindi cosa potrebbe migliorare, e ovviamente anche come, altrimenti sarebbe come parlare di acqua a un assetato senza però servirgliela. Ricordate di non riempire di troppi ingredienti la seconda parte: infatti, se date dieci suggerimenti al vostro collega, egli finirà per rigettare tutto e non immagazzinare nulla. Infine, il terzo strato del panino, che è composto da un’altra parte morbida. Ancora una volta raccontate quindi al vostro compagno come, se seguirà quei pochi e semplici suggerimenti, sicuramente sarà in grado di migliorare tanto da raggiungere velocemente e con più gusto il suo obiettivo.

Vi assicuro che se rispetterete questo modello potrete nutrire con buoni suggerimenti i vostri colleghi, amici, fidanzati ecc.

Per allenarvi fin da subito scrivete nei commenti un esempio di feedback che vorreste dare a una persona che vi sta a cuore, ché ci lavoriamo assieme per renderlo gustoso al punto di essere accolto di buon grado dalla persona prescelta.

Fonte: http://www.ilsussidiario.net/News/Lavoro/2017/5/29/CONSIGLI-NON-RICHIESTI-Il-feedback-a-panino-per-dare-un-giudizio-sul-lavoro/766080/
Tagged , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *