Cosa non bisogna mai fare ad un colloquio di lavoro

I colloqui di lavoro mettono alla prova tutti: fare qualche strafalcione, o essere leggermente titubanti non solo è perfettamente normale, ma, nel caso siate davvero i candidati perfetti per una posizione, non vi impedirà di ottenerla. Ci sono invece, stando ad alcuni recenti sondaggi, degli errori che i recruiter trovano imperdonabili, e commetterli metterà davvero a rischio le possibilità di essere assunti. Eccone quindi un elenco, utile da tenere a mente per il vostro prossimo colloquio.

6707cd3b5913165b11b2cbc4a2fd-1431501.jpg!d
  1.  La stretta di mano ‘sbagliata’
    Il 6 per cento dei reclutato intervistati ha sostenuto che questo elemento influenza fortemente le chances del candidato di procedere nella selezione. Bisogna assicurarsi di comunicare correttamente chi siamo con la nostra stretta di mano. Se poi ci troviamo a fare un colloqui all’estero o con qualcuno proveniente da un’altra cultura, bisogna tenere a mente che la rilevanza della stretta di mano varia da cultura a cultura.

  2. Arrivare in ritardo
    Questo errore è considerato imperdonabile dal 58 per cento degli intervistati. Per questo è consigliabile, quando abbiamo un colloquio, organizzarci in modo da presentarci al colloquio di lavoro circa 10-15 minuti in anticipo.

  3. Abiti troppo casual
    Il 24 per cento dei reclutatori pensa che questo comportamento faccia la differenza tra chi può essere assunto e chi no. Vestirsi eccessivamente casual non dà di noi un’impressione troppo professionale. Un buon consiglio è quello di vestirsi, per i colloqui di lavoro, sempre un po’ più elegantemente di quanto non faremmo di solito quotidianamente. Quasi un quarto dei reclutatori non tollerano abiti eccessivamente casual su un candidato. Bisogna ricordare che dobbiamo vestirci per il lavoro che vogliamo conquistare, non per il lavoro che già abbiamo.

    ffb63a136ea792960bb4d168a933-1431577.jpg!d

  4. Troppo make-up
    Solo il 5 per cento dei recruiter sostiene che che questo comportamento squalifichi immediatamente un candidato. Ma in questo caso, siamo sicuri di voler davvero lavorare con qualcuno che vuole interferire in modo così diretto in qualcosa di così personale come la moda?

  5. Interrompere
    Il 39 per cento degli intervistati si sente di escludere un candidato che commette questo errore. È ovvio che le sovrapposizioni sono fenomeni del tutto naturali in una conversazione, ma è sempre meglio cercare di tenerle sotto controllo durante un colloquio. Se proprio ci sembra impossibile evitare di interrompere il nostro potenziale datore di lavoro, è consigliabile provare a fare una breve pausa prima di parlare.

  6. Controllare il telefono
    Questo comportamento è considerato imperdonabile dal 71 per cento dei recruiter intervistati. Sembra scontato da dire, ma è importante spegnere il telefono durante i colloqui di lavoro. Guardare il telefono darà l’impressione che non siamo davvero interessati a quello che il nostro interlocutore ha da dire o che la posizione non ci importa più di tanto.

  7. Essere maleducati col personale
    Questo è un atteggiamento che squalifica i candidati per l'86 per cento dei recruiter intervistati. Sembra scontato da dire, ma è fondamentale essere sempre gentili con tutti, anche con chi vi sembra non abbia niente a che fare con la vostra selezione: le voci girano!
 
Se vuoi approfondire questi temi, mettiti in contatto con noi (amministrazione@copiaoriginale.it) per chiedere informazioni. Creeremo un percorso adatto alle tue esigenze. soft-skills
Tagged , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *