Come mantenere il cervello attivo?

Come mantenere il cervello attivo? Con l’età il nostro organo pensante perde gradualmente elasticità a causa dell’invecchiamento e della degenerazione delle cellule. Esistono tuttavia dei metodi per contrastare l’invecchiamento precoce e limitare la perdita delle sinapsi neuronali. Come mantenere il cervello attivo

Quali sono i metodi per mantenere efficiente il cervello?

  • Banalmente, il modo migliore per evitare che le prestazioni del cervello diminuiscano è di mantenerlo attivo. Tale allenamento non implica necessariamente il tentativo di risolvere problemi matematici complessi, si accontenta di uno schema di parole crociate o dell’apprendimento di una nuova disciplina.
  • Importante tanto quanto l’allenamento è il riposo, il sonno infatti è fondamentale per la rigenerazione cerebrale e per l’aumento delle prestazioni della mente. Quante volte abbiamo sentito le parole “conviene dormirci sopra” in merito alla necessità di prendere una decisione importante? Il riposo è anche un deterrente per lo stress, il quale rappresenta il principale responsabile della perdita di memoria.
  • La dopamina porta benessere al cervello. Il divertimento, lo sport o la cioccolata permettono la produzione di dopamina. È fondamentale quindi, per il mantenimento della serenità mentale, essere sempre in grado di produrre questo neurotrasmettitore.
  • Esercizio fisico. Parallelamente all'allenamento mentale è altrettanto vantaggioso fare attività fisica per mantenere il cervello sano. L’esercizio aumenta la circolazione del sangue, il risultante apporto di ossigeno e previene quindi la degenerazione del nostro organo pensante migliorandone, inoltre, le prestazioni mnemoniche.
  • La verdura, la frutta e tutto ciò che contiene antiossidanti è ideale anche per il benessere del cervello.
  • Sembra paradossale ma invecchiare è uno dei metodi per aumentare la produttività del cervello. L’esperienza, la cosiddetta “saggezza”, accumulata negli anni permette di comprendere al meglio certe esperienze e di reagire in modo adeguato. Con gli anni la capacità organizzativa migliora e siamo in grado di affrontare al meglio situazioni sempre più complesse.
Tagged , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *