Negoziare per ottenere ciò che si vuole

Una parte degli affari, indipendentemente dal settore in cui si lavora, è contrattazione e richiede saper ottenere ciò che si desidera, si merita e di cui si ha bisogno. In un panorama feroce e competitivo, difendersi da soli è spesso una soft skill sottovalutata. 
Ecco quindi alcuni suggerimenti di negoziazione che possono aiutarci ad ottenere quello che desideriamo come lo desideriamo.

ca84413c69f0b1e8c42109f4c222-1433231.jpg!d

  • Negoziare la propria tariffa
    Un libero professionista, non è solo il proprio capo, ma spesso anche il proprio contabile, il servizio clienti, lo psicologo. Con l'arrivo di nuove opportunità di lavoro capita talvolta di trovarsi nella difficile posizione di dover stabilire una tariffa. In queste situazioni è meglio evitare di usare un linguaggio simile all'ultimatum, anche se è fondamentalmente quello che si sta facendo quando si presenta la propria tariffa. Bisogna accostare le proprie parole in modo che comunichino fermezza ma rispetto, e soprattutto, bisogna resistere alla tentazione di girare attorno alla questione del prezzo con un mare di chiacchiere. Essere concisi in questi casi non è solo una virtù, ma un atteggiamento necessario alla buona riuscita della negoziazione: spesso è meglio limitarsi a dire “questo è il mio prezzo”, fine della storia.

  • Negoziare un accordo con un potenziale partner
    Lavorare efficacemente con le partnership attuali e potenziali è essenziale per la crescita dell’azienda e per le proprie prospettive di carriera. Assumendo la visione aziendale propria di una partnership potenziale o esistente, possiamo sviluppare relazioni più olistiche e più profonde che traggono valore reciproco per gli anni a venire. È consigliabile iniziare con il risultato e sviluppare la strategia per il suo raggiungimento dal primo giorno, coinvolgendo subito i partner nello sviluppo di un piano d’azione che sia agile e prenda in considerazione compromessi, concessioni e vie di mezzo. La preparazione e la messa a fuoco forniscono una visione condivisa per la squadra, chiarezza sul processo e una roadmap definita per la destinazione finale.

    euro_coins_currency_money_yellow_market_europe_growth-805803.jpg!d

  • Negoziare con un cliente difficile.
    Indipendentemente dal settore in cui ci si trova, si finirà con l’incontrare personalità che non si adattano alla nostra, o la cui etica non è conforme al nostro standard personale. Può capitare che un cliente abbia accettato di pagare un certo importo e poi abbia cercato di pagare di meno al momento del saldo della fattura. Invece di scrivere l'e-mail arrabbiata che viene spontaneo scrivere, è meglio alzare il telefono e troncare lo sconto sul nascere. Per coloro che sono meno a proprio agio con lo scontro, questo metodo può intimidire, ma è importante provarci: indipendentemente dalla professione in cui ci si trova, ci saranno momenti in cui bisogna difendersi. Bisogna insegnare alle persone come trattarci a partire dal modo in cui trattatiamo  stessi.

  • Negoziare un congedo
    Hai sentito parlare di persone che si prendono il periodo sabbatico dopo la perdita di una persona cara, un tumultuoso divorzio o un'altra esperienza emotiva o fisica. Ma cosa succede se vuoi solo fare una pausa? È importante dimostrare e il proprio valore nel tempo. In questo modo, quando sei pronto a chiedere uno stipendio breve (o lungo) lontano dalle responsabilità quotidiane, sono disposti a mantenere la tua posizione. Serve che si sia prodotto lavoro eccellente nel periodo di tempo precedente e che si sia costruire molta fiducia in diversi partner e collaboratori senior che siano disposti a sostenerci.

Se vuoi approfondire questi temi, mettiti in contatto con noi (amministrazione@copiaoriginale.it) per chiedere informazioni. Creeremo un percorso adatto alle tue esigenze. soft-skills
Tagged , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *