• La Redazione

Business communication e linguaggio del corpo

Tempo di lettura: 2 minuti

Sia in ambito Business che nelle interazioni sociali, è emerso da numerosi studi il notevole peso che ha la comunicazione non verbale, sia in positivo che in negativo.

Usando messaggi e e-mail si rischia di perdere più della metà di tale peso, e spesso anche di essere male interpretati. Certo è vero che sono i mezzi di comunicazione più usati in ambito business, ma quanto sono efficienti? Nei casi in cui il linguaggio del corpo è parte del messaggio, non lo sono affatto.



Vediamo le forme più comuni di body language e cosa fare o meno in ambito business:

  • Postura: in qualsiasi situazione è sempre meglio mantenere una postura neutrale, schiena dritta e composta, se ci si inclina all’indietro si viene percepiti come arroganti o pigri, al contrario piegarsi troppo in avanti – magari, con le braccia appoggiate sui gomiti – risulta molto aggressivo.

  • Contatto visivo: solitamente il contatto visivo è apprezzato, viene interpretato come segno di onestà, una persona che ci guarda trasmette fiducia, mantenerlo nella stretta di mano è importantissimo. Attenzione però a non esagerare, altrimenti si finisce col fissare l’interlocutore, che si sentirà intimorito e presterà più attenzione a evitare il vostro sguardo che ad ascoltare cosa state dicendo.

  • Mani sul viso: indipendentemente da cosa si stia dicendo, farlo con una mano sul viso (toccandosi il mento o accarezzandosi la guancia o la barba per esempio) trasmette preoccupazione e sfiducia. È un comune sfogo di tensione, può non esserci niente di male spesso, ma onde evitare di essere male interpretati, sempre meglio evitare.

  • Sorriso: un sorriso spontaneo, soprattutto a un primo incontro, aiuta molto a entrare in empatia con l’altro. Non sorridere affatto e mantenere un’espressione seria costante può mettere a disagio l’altro che potrebbe domandarsi se veramente vogliamo essere qui ora con lui.

  • Controllare il cellulare: si, siamo sempre connessi e senz’altro il cellulare è un mezzo fondamentale per il nostro business, qualunque esso sia, ma controllare notifiche o messaggi è molto maleducato, che si stia parlando o ascoltando entrambi gli interlocutori perdono il focus e l’attenzione su ciò che si sta dicendo.

  • Controllare l’ora del proprio orologio ha lo stesso effetto distraente, l’altro si domanderà se avete fretta o se volete andarvene, un utile trucco è controllarla dall’orologio della persona vicino a noi (senza farsi notare ovviamente).

Milano, li 21 Febbraio 2019

#CNV

Logo_ridisegnato.png

Copia Originale 

Foro Buonaparte,22