• La Redazione

Come capire se lui/lei ti sta mentendo

Tempo di lettura: 2 minuti


A tutti capita di mentire e altrettanto frequentemente capita di notare la bugia di qualcun altro. Il problema sorge quando colui che mente è qualcuno di vicino, un amico, un fidanzato o un familiare. In queste occasioni sarebbe opportuno capire  effettivamente se il nostro interlocutore sta mentendo. Esistono innanzitutto due tipologie di bugiardo abituale. Il bugiardo compulsivo che mente poiché parte integrante della sua routine e il bugiardo patologico che mente per ottenere uno scopo. Nel primo caso la menzogna è già frequente nella comunicazione del soggetto in giovane età, spesso causata da una necessità ambientale, e si protrae inevitabilmente anche nell'età adulta. Il caso patologico invece è caratterizzato da un carattere manipolatorio, egoista e poco sensibile ai sentimenti delle persone che lo circondano.



Come capire se ti mente

È un compito arduo riuscire a capire se qualcuno di vicino è un bugiardo abituale, ma esistono dei piccoli accorgimenti in grado di aiutarci.

  • Mente su qualunque cosa. Il bugiardo abituale mente anche sulle questioni più banali e soprattutto mente anche quando non è essenziale.

  • È spesso impaziente.

  • Non sa ricevere critiche. Oltre ad essere convinto di aver sempre ragione e che tutto gli sia dovuto diventa quasi aggressivo nel momento in cui gli si fa notare un errore. Cerca inoltre di spiegare tale errore attribuendo la responsabilità ad altri.

  • Non prova rimorso per le bugie che dice e non ha remore a manipolare le persone per ottenere ciò che desidera.

Un bugiardo difficilmente riesce a mantenere un rapporto adulto poiché condizionato da un egoismo patologico ed aiutarlo a risolvere la questione è altrettanto difficoltoso. La consapevolezza di avere un problema e la motivazione a risolverlo sono le chiavi per uscire da questo tipo di dipendenza.  


Milano, li 26 Novembre2017


#mentire #linguaggiodelcorpo

Logo_ridisegnato.png

Copia Originale 

Foro Buonaparte,22