• La Redazione

Come creare il profilo Linkedin: 4 errori da non fare

Tempo di lettura: 2 minuti

Ci sono errori o mancanze nel tuo profilo Linkedin che ti fanno partire svantaggiato quando stai cercando lavoro.

Il social che ‘’Connette i professionisti di tutto il mondo, per aiutarli ad essere più produttivi e di successo’’, se usato correttamente, può diventare uno strumento estremamente utile sul piano lavorativo, vediamo quindi gli errori più comuni che è meglio evitare, per un profilo interessante e coinvolgente.


1. Sezione ‘’Formazione’’ incompleta: informazioni incomplete, o peggio ancora, mancanti, riguardo la propria istruzione e formazione possono essere errori imperdonabili durante una verifica delle competenze pre-selezione. Sempre meglio essere precisi, indicando con precisione in cosa si è laureati/formati, l’anno di inizio e fine percorso, l’istituto presso il quale abbiamo studiato etc.

2. Profilo non corrispondente al CV: date di inizio e fine dei percorsi lavorativi precedenti che non corrispondono a quelli messi nel Curriculum possono essere un campanello d’allarme per il recruiters che va a cercare il tuo profilo. Per eliminare ogni dubbio basta prendere il nostro CV e leggerlo, con sotto le nostre esperienze passate inserite su Linkedin, assicurandoci che il Job tutle, le date e luoghi corrispondano perfettamente.



3. Foto inappropriata: non c’è bisogno di fare uno shooting professionale, e a seconda della propria professione il dress code è ovviamente variabile (un artista non può certo mettersi nella stessa posa e con lo stesso completo del Manager), ma avere una foto seria e professionale fa senz’altro la differenza. Mezzo busto e primo piano sono più indicati alla figura intera, guardare l’obiettivo è preferibile a foto girate o di spalle, e cosa importante: assolutamente niente selfie! Meglio usare l’autoscatto piuttosto, se non possiamo farcela fare nemmeno da un amico.

4. Estrema correlazione tra te e il tuo attuale/ex-lavoro: distinguiti dalla tua azienda, soprattutto se sei alla ricerca di un nuovo impiego, il team di assunzione, nel vedere un profilo personale strettamente connesso con la tua azienda, potrebbe pensare che non sei interessato a cambiare lavoro. Ad esempio, se la tua foto di copertina contiene il logo dell’impresa dove lavori cambiala con un’immagine più neutra, come un paesaggio o anche solo uno sfondo colorato. Pubblica contenuti prodotti e scritti da te piuttosto che condividere i post della pagina aziendale o del tuo capo e sfrutta la piattaforma per mostrare le tue esperienze e capacità, piuttosto che quelle degli altri.


Milano, li 25 Marzo 2019

#colloquiodilavoro #lavoro #linkedin

Logo_ridisegnato.png

Copia Originale 

Foro Buonaparte,22