• La Redazione

Perché è sbagliato rispondere male quando subiamo una delusione?

Tempo di lettura: 1 minuto


Dopo una delusione siamo spesso spinti a reagire con atteggiamenti di ostentata sicurezza. Siamo spinti a rispondere con rabbia e superiorità. Ci consoliamo pensando di valere più di chi ci sta di fronte, pensando che sia sempre l’altro a perderci. Spesso, tuttavia, questo atteggiamento è lo specchio di una situazione emotiva fragile e di una logica di base errata. Consideriamo presuntuose le persone che pensano di valere più di noi quando nella maggior parte dei casi abbiamo il medesimo pensiero. Millantiamo durezza di carattere per poi rimanerci male se la persona da cui aspettiamo un giudizio non vuole parlarci.


Come reagire? La decisione migliore è quella di non nascondere la propria debolezza ma di imparare a comprendere noi stessi e gli altri per crescere a livello personale. Ognuno compie le proprie scelte, senza che uno dei due debba per forza avere ragione e l’altro torto. Le scelte non sono giuste o sbagliate, sono semplicemente scelte. È inoltre sbagliato giudicare il comportamento altrui senza prendere in considerazione come ci comportiamo noi per primi e prenderci quindi la responsabilità delle nostre azioni.



Se qualcuno non vuole parlare con noi, sarebbe preferibile evitare di minacciarlo immediatamente e invece sforzarsi di interpretare il suo silenzio o il suo allontanamento. Se subiamo un tradimento dovremmo evitare di reagire rabbiosamente o di perdere troppo tempo a cercare di capire ma piuttosto parlargli direttamente di come ci sentiamo e poi decidere come comportarci per il futuro. La differenza tra apparire rudi ed essere invece razionali e determinati è la chiave per affrontare queste situazioni emotivamente traumatiche e psicologicamente stressanti.


Milano, li 26 Novembre 2017


#emozioni

Logo_ridisegnato.png

Copia Originale 

Foro Buonaparte,22