• La Redazione

Da cosa si riconosce un vero leader?

Tempo di lettura: 2 minuti


Perché nelle aziende trovare dei buoni leader è così difficile?

Quando si parla di ‘leader’, si intende colui che è in grado di indicare la strada verso il successo, e che possa condurvi chi collabora con lui.

La leadership che il nostro capo esercita è un aspetto che incide in maniera determinante su moltissimi aspetti della nostra vita lavorativa, a partire dalla nostra motivazione personale, passando per l’entusiasmo verso i nuovi

La vera difficoltà nel trovare leader validi risiede nel fatto che i capi, nelle aziende, vengono nominati da chi ha ruoli più alti nell’organizzazione. La loro leadership sarà visibile nei comportamenti che metteranno in atto e da come sapranno riuscire a generare presa e credibilità nei confronti dei propri colleghi e dei collaboratori: di fatto se un capo è un leader, lo si scoprirà solo a posteriori.


Ma, di fatto, cosa distingue un capo “leader” da uno che non lo è?

Secondo la communis opinio la principale caratteristica di un leader è quella di essere carismatico. La parola carisma viene da un termine greco che può essere tradotto come “ dono degli dei”. Insomma si tratta di un termine dal significato abbastanza neutro, non necessariamente ad accezione positiva, e, soprattutto, che non rivela con esattezza quale sia la caratteristica principale di una persona carismatica. In un recente sondaggio è stato chiesto a svariate persone di indicare chi fosse stata, la personalità più ‘carismatica’ del XX secolo. La maggioranza degli intervistati ha risposto Adolf Hitler.



Il carisma quindi non basta da solo a descrivere un buon leader. Vanno presi in considerazione anche gli atteggiamenti che il leader assume, le decisioni che prende, i valori personali o collettivi che esprime.

Al leader basta avere talento per avere successo?

Una persona di talento è qualcuno che sa fare bene e meglio di altri alcune specifiche cose, riuscendo per una combinazione di abilità e capacità innate, dove altri non riescono. Ma il talento da solo non è sufficiente per essere un leader di successo: sono in molti coloro che pur avendo molto talento, non sono riusciti a raggiungere i obiettivi ottimali. Il talento infatti non potrà mai diventare leadership di successo senza questi 3 elementi fondamentali: motivazione, costanza e metodo. Il manager di talento è infatti quello che riesce a vivere lavorare in modo professionale, trasferendo la propria motivazione a chiunque lo circondi, quello che è costante e sempre aggiornato nel proprio settore, e che svolge i compiti che gli spettano con metodo e precisione.


Milano, li 17 Aprile 2018

#lavoro #softskills

Logo_ridisegnato.png

Copia Originale 

Foro Buonaparte,22