• La Redazione

4 consigli per un'autostima più solida

Tempo di lettura: 2 minuti


L’autostima è un elemento fondamentale non solo per costruire il nostro successo lavorativo, ma anche per farci vivere al meglio qualunque esperienza e sfida ci capiti nella vita. Ecco perché è importante sforzarsi di rinforzare la propria autostima il prima possibile e nel modo più efficace possibile. Ma come si può costruire un’autostima solida?


1. Accettare i complimenti.

Il sintomo più evidente della carenza di autostima è la reticenza con cui accettiamo i complimenti, nonché il disagio che proviamo qualcun altro si congratula spontaneamente con noi. Non servono risposte eclatanti, a volte basta un semplice "grazie" (per quanto innaturale ci riesca) per gestire i complimenti ricevuti. È importante sforzarsi di pronunciarlo scandendo bene le parole e guardando dritto negli occhi chi abbiamo di fronte: in questo modo l’autostima non potrà che rafforzarsi. Se la reazione più spontanea sarebbe quella di reagire con un cenno del capo o un sorriso appena visibile, è altresì vero che il rischio quello di dare un’immagine di noi completamente sbagliata, e cioè di qualcuno di spocchioso e arrogante.


2. In cosa sei bravo?

Secondo recenti studi, alcuni geni contenuti nel nostro DNA influenzerebbero l’autostima. Questo non significa che chi ha poca autostima ne sia privo a livello genetico: le esperienze che facciamo possono di fatto modificare il nostro DNA e adattarlo all’ambiente in cui viviamo, costruendo, passo a passo, e magari con più difficoltà rispetto a chi ne è geneticamente predisposto, l’autostima. Per costruire la propria autostima è fondamentale innanzitutto capire in cosa siamo bravi. Quali sono le cose che ci riescono meglio? La risposta ci aiuterà a capire cosa ci rende indispensabili per gli altri o cosa ci distingue da chi ti circonda.



3. Coltivare le abilità.

L’autostima si alimenta con le esperienze che ci rendono più competenti e abili. Un buon esercizio è mettere per iscritto tutte le abilità che pensiamo di possedere e valutarle in una scala da 1 a 10: così sarà più facile impegnarsi per migliorare le nostre carenze senza accantonare i nostri pregi.


4. Dimostrare le nostre abilità.

Una volta individuato ciò in si è più bravi, serve trovare un modo per dimostrarlo, rendendo visibili a tutti le nostre abilità. Oggi grazie ai canali social non servono grandi peripezie: basta aprire un canale YouTube o un account Instagram per far vedere al mondo le nostre doti culinarie o canore!


Milano, li 17 Aprile 2018

#abitudini #softskills

Logo_ridisegnato.png

Copia Originale 

Foro Buonaparte,22