• La Redazione

I diversi tipi di motivazione e il modo in cui operano sul cervello

Tempo di lettura: 4 minuti


La motivazione è difficile da trovare. C'è sempre un nuovo compito, un nuovo progetto, un nuovo obiettivo e le motivazioni che funzionano per uno non è detto che vadano bene per un altro.

La motivazione è una risposta agli stimoli e, come tale, non è sempre uguale: diversi stimoli attivano diverse parti del cervello e ci motivano verso la produttività in modi diversi. Quindi, invece di desiderare motivazioni o cercare più motivazione, potrebbe essere più utile pensare ai diversi tipi di motivatori che sperimentiamo, e cosa sta succedendo nel nostro cervello quando li sperimentiamo.

In genere sperimentiamo la motivazione quando la dopamina, un neurotrasmettitore che trasmette segnali tra le cellule cerebrali, viene rilasciata e viaggia verso il nucleo accumbens. Il nucleo accumbens è un'area del cervello che media il comportamento di ricompensa: così quando la dopamina raggiunge il nucleo accumbens, sollecita il feedback sul fatto che una cosa buona o cattiva stia per accadere.

Quando riceviamo un nuovo incarico, la dopamina colpisce il nucleo accumbens per formare una predizione di ciò che accadrà se il compito verrà eseguito o meno, o se lo farai bene o male.

Diamo quindi un'occhiata ai nostri quattro motivatori per la produttività.


1. Creatività

Essere motivati dall'espressione creativa può portare a una consegna organizzata di idee nuove, inaspettate e fantasiose. Quando si è motivati alla produttività da un'impulso creativo, è probabile che stia accadendo una di queste due cose:

A) Ci si trova in un flusso creativo non inibito, in cui sembra di non stare nemmeno pensando a quello che si sta facendo. In questi casi la corteccia prefrontale dorsolaterale (DLPFC) diventa meno attiva: questa zona del cervello è legata alla pianificazione, all'inibizione e all'autocensura, elementi che sono tutti antitetici al flusso creativo.

B) L'espressione creativa di solito comporta un equilibrio di flusso disinibito e metodo. La maggior parte della creatività è un lavoro duro e noioso di pianificazione e editing, e, durante questi momenti, l'attività nel DLPFC può effettivamente aumentare, specialmente se si sta rivedendo o modificando qualcosa.


2. Incentivo finanziario

Proprio come diversi tipi di espressione creativa sono associati a diversi processi neurochimici, così ci sono diversi tipi di incentivi finanziari, vale a dire salari contro incentivi aggiunti.

A) Il denaro può sicuramente motivarci verso la produttività, chiunque con un lavoro può dirlo. Ma motivatori estrinseci come lo stipendio funzionano meglio se abbinati ad altri motivatori più intrinsechi. Abbiamo tre esigenze psicologiche che aiutano a integrare la motivazione finanziaria: autonomia, competenza e senso del sentimento di connessione agli altri. Lo stipendio da solo non ci motiva: anzi, l’eccessiva enfasi sulla ricompensa finanziaria mina l'autonomia e quindi la motivazione intrinseca.

B) Molti datori di lavoro offrono incentivi finanziari aggiuntivi come commissioni e bonus. Anche se si è già motivati da un sano equilibrio di fattori intrinseci ed estrinseci, le cose cambiano quando vengono introdotti questi incentivi finanziari basati sulle prestazioni. I premi correlati alle prestazioni generalmente aumentano l'attività nelle aree del cervello coinvolte nella motivazione, fino a un certo punto, però. Quando la ricompensa potenziale è troppo grande, può minare le prestazioni rendendo le persone eccessivamente focalizzate o mentalmente eccitate. Essere motivati da un incentivo finanziario eccessivamente grande può portare a un prodotto pieno di errori, mentre un incentivo finanziario di dimensioni ragionevoli può portare allo svolgimento più riflessivo e curato dei nostri compiti.



3. Curiosità / apprendimento

La curiosità e il desiderio di apprendere sono motivazioni puramente intrinseche che si attivano quando incontriamo nuovi tipi di stimoli che presentano sfide o incoerenze con le conoscenze esistenti. Vogliamo investigare su cose che non capiamo o cose che contrastano con le nostre esperienze. La dopamina, come quasi tutti i tipi di motivazione, gioca un ruolo chiave quando è motivata dalla curiosità / apprendimento e i neuroni della dopamina tendono ad esibire due modalità di attività: tonica e fasica. Quando la dopamina è in modalità tonica, i neuroni funzionano ad una velocità costante. Nella modalità fasica, invece, i neuroni sperimentano brevi scoppi di attività o inattività in risposta a stimoli specifici, portando ad un aumento o diminuzione della dopamina, che di solito dura diversi secondi. Quindi, mentre in modalità tonica potremmo trovarci a dare un'occhiata a un albero dall'aspetto insolito, uno strano rumore proveniente dai suoi rami potrebbe innescare la modalità fasica, cosicché all'improvviso ci si sta avvicinando a quell'albero, desiderosi di scoprire la fonte del rumore.


4. Paura

La paura motiva a fare tutto il necessario per minimizzare la probabilità che accada qualcosa di brutto. La paura tipicamente spinge verso la produttività per evitare una punizione. l'amigdala, una parte del cervello fondamentale nella formazione dei ricordi e nell'elaborare le emozioni e prendere decisioni, va in tilt. Una volta rilevato il pericolo, innesca nel cervello un meccanismo per cui la sopravvivenza è prioritaria ad ogni altra cosa. Ma solo perché si è produttivi in questo momento di paura non significa che si stia producendo qualcosa di qualità . Quando la paura entra in azione, la maggior parte delle risorse del cervello è dirottata dai suoi compiti abituali per svolgere una funzione di sopravvivenza. Il timore potrebbe motivarci a lavorare di più o lavorare di più, ma quando la paura è il motivatore dominante, la motivazione intrinseca non si trova da nessuna parte. Non c'è spazio per l'espressione creativa o la curiosità e l'apprendimento. E senza di essi, non c'è bisogno di cercare nuove informazioni o lasciare che le idee vi attraversino in modo naturale. Quindi, mentre il lavoro potrebbe essere completato, non significa che sarà necessariamente valido.


Milano, li 14 Agosto 2018

#cervello #obiettivi

Logo_ridisegnato.png

Copia Originale 

Foro Buonaparte,22