• La Redazione

Il Problem Solving secondo Cartesio

Tempo di lettura: 2 minuti

Opera principale di Cartesio, ‘’Il discorso sul metodo’’, elaborato nel 1600 fornisce una linea guida utile per la risoluzione di problemi, riassumibile in 4 regole:

  1. Regola dell’evidenza: non accettare mai nessuna cosa come vera, a meno di non conoscerla evidentemente come tale

  2. Regola dell’analisi: dividere la difficoltà o problema che si esamina in tante piccole parti o sotto-problemi elementari, per risolverle più facilmente e velocemente.

  3. Regola della sintesi: condurre i propri pensieri dalle cose più semplici e facili da capire, salendo fino a quelle più complesse

  4. Regola dell’enumerazione completa: fare delle enumerazioni complete e revisioni generali per essere sicuri di non omettere nulla.

Servono dei semplici accorgimenti per affrontare problemi complessi, è importante avere la consapevolezza che non esistono soluzioni facili di fronte a grandi ostacoli, e altrettanto fondamentale è saper esprimere un fenomeno con ‘’i numeri’’, ossia sostituire alle sensazioni, impressioni e lamentele i fatti, poiché ogni problema richiede un procedimento logico per essere risolto.



Con il suo discorso sul metodo, in pratica, Cartesio ci fornisce degli accorgimenti base da attuare dinnanzi ad un problema, definendo quelle che oggi noi chiameremo tecniche di Problem Solving.

‘’Non accettare mai nessuna cosa come vera’’ significa non dare nulla per scontato quando ci viene posto davanti un ostacolo, analizzarlo oggettivamente, in maniera distaccata se può coinvolgere la nostra sfera emotiva, per non cadere in pregiudizi che possono portarci lontani dalla soluzione.

La regola dell’analisi e della sintesi risultano invece un po’ più semplici da comprendere, svolgere un problema per volta, procedendo per step in crescendo è utile soprattutto per problemi urgenti, che crediamo di dover affrontare subito, tutti insieme. L’identificazione del problema è spesso il più grande ostacolo, saperlo dividere piccole parti e affrontarle una per volta richiede meno tempo e fatica dell’affrontarlo tutto d’una volta.

La quarta regola infine è la più semplice: scrivere tutto. Mettere per iscritto il problema e tutto ciò che questo coinvolge aiuta non solo a ricordare tutte le fasi che lo compongono, ma è anche utile per chiarire il percorso logico da intraprendere.


Milano, li 13 Marzo 2019

#problemsolving

Logo_ridisegnato.png

Copia Originale 

Foro Buonaparte,22