• La Redazione

Se ti senti inadeguato, forse hai la sindrome dell'impostore

Tempo di lettura: 1 minuto


Avere la sindrome dell’impostore significa non sentirsi adeguati e credere di non avere le competenze o le abilità per fare il lavoro che si svolge. La sensazione è che qualcuno possa scoprire l’inganno e denunciarlo. È una tendenza molto comune soprattutto nelle persone di successo, indipendentemente dal sesso, dall’età o dal settore di cui si occupano, sebbene l’opinione comune ritenga che le donne ne siano maggiormente affette.


Ad esserne affetti sono generalmente persone che ottengono il successo molto velocemente, che fanno carriere impressionanti in pochissimo tempo, venendo promosse per le loro competenze tecniche o di leadership. Questo successo repentino fa sentire queste persone molto sole e vulnerabili, senza che possano effettivamente mostrare questa loro vulnerabilità ad altri: è inevitabile, così, che questi sentimenti di fragilità vengano repressi e anzi molto spesso somatizzati. È frequente mostrare disturbi del sonno e debolezza del sistema immunitario, che causa frequenti raffreddori ed influenze.

Paradossalmente il malessere fisico spinge questi individui a sentirsi ancora più “incompetente”, acuendo la sensazione di inadeguatezza verso il proprio lavoro o la posizione che si ricopre.


Fonte


Milano, li 15 Maggio 2018

#cervello

Logo_ridisegnato.png

Copia Originale 

Foro Buonaparte,22