Logo_ridisegnato.png

Copia Originale 

Foro Buonaparte,22

  • La Redazione

Mattinieri o notturni: chi lavora meglio?

Tempo di lettura: 2 minuti

Mattinieri o notturni, più o meno tutti abbiamo un’idea rispetto a quale dei due gruppi apparteniamo e in base a ciò sappiamo gestire i nostri impegni o i nostri studi nella maniera migliore. Secondo la scienza però, le persone mattiniere sono più avvantaggiate dal punto di vista lavorativo/produttivo. Lo hanno dimostrato alcune ricerche condotte all’università di Birmingham.


E' stato preso un campione di 38 persone, di cui la metà categorizzati come ‘’notturni’’, le cui ore di sonno sono comprese tra le 02.30 e le 10.00 del mattino, mentre l’altra metà come ‘’mattinieri’’, i quali solitamente vanno a dormire intorno alle 23.00 e si alzano alle 06.30; i partecipanti sono stati sottoporti a una serie di quesiti, in momenti differenti della giornata, tra le 8.00 e le 20.00, dovendo anche indicare quanto si sentissero assonnati e il tutto sotto TAC per monitorare l’attività cerebrale.


I ricercatori hanno scoperto che le persone notturne avevano una perenne attività a riposo del cervello alterata, ovvero, in sostanza, un maggiore livello di sonnolenza, una minore velocità di reazione e attenzione, rispetto alle persone mattiniere.



Meglio mattinieri o notturni?

In generale ‘’un gran numero di persone ha riscontrato difficoltà di performance durante gli orari a cui normalmente non sono abituati’’ dice la Dott.ssa Elise Facer-Childs, responsabile della ricerca condotta. Ciò vale per entrambe le categorie: i mattinieri hanno riscontrato maggiore difficoltà al pomeriggio rispetto al mattino, e viceversa i notturni hanno fatto più fatica a lavorare al mattino piuttosto che al pomeriggio.


E la nostra predisposizione ad essere mattinieri o notturni pare addirittura essere genetica: in un diverso studio condotto su 700.000 persone sono stati individuati numerosi geni in comune tra mattinieri e diversi geni in comune tra notturni, da cui dipende appunto la loro predisposizione a svegliarsi presto o ad andare a letto tardi.

Ad ogni modo, sapere di essere mattinieri o notturni può essere di grande aiuto per migliorare la nostra produttività e organizzare la nostra giornata nella maniera più efficiente possibile.


Milano, li 2 Aprile 2019

#abitudini #lavoro