• La Redazione

Pausa al lavoro: perché è importante e come gestirla

Aggiornato il: 8 apr 2019

Tempo di lettura: 2 minuti

Numerosi studi hanno dimostrato come la stanchezza può influenzare negativamente la nostra produttività e presa di decisioni. In una ricerca pubblicata nella rivista scientifica Proceedings of the National Academy of Sciences, è persino emerso che i giudici che non fanno pause sul lavoro a fine giornata finiscono col dare sentenze molto più restrittive rispetto a quelle emesse in mattinata.

La pausa al lavoro è quindi fondamentale e saperla sfruttare al meglio significa essere in grado di restare più concentrati in seguito e riuscire a portare a portare a termine più mansioni.

Quindi, come è meglio organizzare la propria pausa al lavoro?



Pausa al lavoro: come gestirla?

Di seguito alcuni ‘’tecniche’’ approvate dalla scienza, per sfruttare al meglio i propri momenti di pausa a lavoro:

  1. Non fare niente: staccare completamente per 10 minuti è una tecnica di defaticamento da non sottovalutare. Per "non fare niente" si intende innanzitutto staccarsi completamente da qualsiasi schermo, smartphone, computer, tablet etc. Se durante la pausa caffè il primo impulso è controllare la propria pagina social o approfittarne per leggere qualche mail, fermatevi e dedicatevi a voi stessi e perché no, ai vostri colleghi.

  2. Uscire all’aperto: se si ha la possibilità di uscire dalle mura dell’ufficio ben venga, camminare un po’ all’aria aperta o chiacchierare sotto il sole con i colleghi, è un ottimo modo per staccare la mente e ricaricarsi di energia in previsione del momento in cui si riprende a lavorare.

  3. Tante piccole pause: è stato dimostrato come fare brevi pause dal lavoro, da 5 o 10 minuti, ad intervalli regolari, di una o due ore, sia molto più efficace del fare una lunga pausa di 30 minuti una sola volta al giorno. Senza pause la nostra capacità di concentrazione non può essere costante nell’arco di tutta una giornata. Staccare per qualche minuto aiuta invece a riprendere tale livello nel momento in cui inizia ad abbassarsi.

  4. Riposa gli occhi: se si passa molto tempo seduti davanti al computer, a fine giornata oltre alla nostra mente, anche i nostri occhi ne risentono, e soprattutto si rischia di peggiorare la propria vista. Una tecnica molto consigliata è la 20-20-20: consiste nel distogliere lo sguardo dal computer ogni 20 minuti, e guardare qualcosa che sia almeno a 5 metri di distanza da noi (20 feet) per 20 secondi.

Milano, li 3 Marzo 2019

#lavoro #abitudini #pausadallavoro

Logo_ridisegnato.png

Copia Originale 

Foro Buonaparte,22