Logo_ridisegnato.png

Copia Originale 

Foro Buonaparte,22

  • Luca Brambilla

Quali risorse fanno davvero grande un’azienda?

C’è qualcosa che accomuna i grandi imprenditori italiani, qualcosa che ha a che fare anche con le aziende che guidano


Tempo di lettura: 3 minuti

Anni fa decisi di creare un master in comunicazione strategica e negoziazione che fosse unico sull’intero panorama nazionale. Si tratta infatti di un master pensato e costruito esclusivamente per Ceo e Presidenti di grandi aziende in cui vi è un intero team di professionisti a fare docenza solo per loro. Ciascun amministratore delegato, quindi, si trova a fare delle docenze one to one con me e altri grandi professionisti della comunicazione strategica. Nel corso degli anni abbiamo avuto modo di lavorare con alcuni dei più grandi imprenditori d’Italia, di cui ovviamente non posso fare i nomi. Dopo anni però penso sia utile e giusto rivelare l’elemento che hanno in comune tutti questi uomini e donne straordinari. 


Prima di dire l’elemento che li accomuna, vorrei far comprendere meglio quanto siano diverse per caratteristiche e psicologia queste persone. Ad esempio, ve n’era uno che proveniva dall’ambito moda che era solito mostrare a tutti lo sfarzo in cui viveva e ogni volta che ci vedevamo sfoggiava i suoi bellissimi elicotteri. Altri invece erano attentissimi alla privacy tanto da usare il loro autista personale per venire a recuperare gli appunti delle varie docenze one to one. Altri ancora, erano così fieri di frequentare il master più costoso e prestigioso d’Italia da averlo raccontato a diversi dei loro amici e colleghi; altri invece si “vergognavano” di essere arrivati a capo di così grandi aziende e di aver ancora tanto da imparare, per lo meno sugli ambiti oggetto del master.



Altri ancora, hanno voluto frequentare il master completo composto da 20 incontri da 3 ore l’uno, altri invece hanno preferito impegnarsi fino in fondo frequentando tutti i moduli del master. Recentemente ho seguito un cliente che anziché seguire i moduli secondo un ordine logico modellato sul metodo O.D.I.®, ha voluto saltare da un modulo all’altro affrontando prima i temi che reputava più urgenti da apprendere per guidare la sua azienda. Un’altra differenza ancora è che alcuni una volta deciso di frequentare il master hanno calendarizzato un appuntamento a settimana, altre persone invece le incontriamo non più di una volta al mese.


Come si può evincere da questo breve elenco, con il mio team ci siamo trovati a lavorare veramente con tante mentalità diverse. È possibile quindi trovare un elemento che accomuni tutte queste persone? L’elemento che ho trovato in comune di queste persone uniche è che tutte sono disposte a utilizzare tutte le proprie risorse materiali e psichiche per contribuire al massimo livello al bene della loro azienda. Ci hanno testimoniato che non c’è nessuno ostacolo insuperabile se una persona ha chiaro un perché abbastanza grande da conquistare. Solo scoprendo e comprendendo a fondo quest’elemento si riesce ad avere un rapporto bello, personale con ciascuno di questi grandi personaggi e si arriva a scoprire che dietro alcune delle loro apparenti stranezze vi sono invece motivazioni più profonde.


Ad esempio, ho scoperto che l’imprenditore che riusciamo a vedere appena una volta al mese ha così poco tempo perché ci tiene a girare il mondo, visitando almeno una volta i suoi stabilimenti, presenti in 4 continenti. Oppure quello che ogni volta mostra l’elicottero che tiene in azienda ci svela che in realtà non lo usa quasi mai, ma che gli serve a memoria del fatto che c’era un tempo in cui lavorava solo per i beni materiali e che ogni volta che lo vede dal suo ufficio si può ricordare che ormai è una persona più profonda, forse migliore e che la sua gloria è la felicità dei suoi dipendenti.


A parole sembra che tutti quanti di persona e sui social siano disposti a fare grandi sacrifici per costruire qualcosa, io nel mio piccolo posso testimoniare che tutte queste persone hanno speso moltissimo e hanno investito su di sé senza mai fare recriminazioni, puntando semplicemente l’obiettivo di essere i migliori nel loro campo con il desiderio di costruire realtà che fossero d’esempio per tutti.


Penso infine che anche avendo rivelato questo “segreto” non ce ne saranno mai molte di persone in gamba come quelle che incontriamo in questi master perché la motivazione, il desiderio di costruire qualcosa di unico, purtroppo o per fortuna, ancora non si insegnano in nessun corso al mondo.


Fonte


Milano, li 13 gennaio 2020