• La Redazione

Tecniche di negoziazione: 4 errori da non fare

Aggiornato il: 23 gen 2019

Tempo di lettura: 2 minuti

Come negoziare lo stipendio?

Capita, prima o poi, quel momento in cui ci troviamo a dover negoziare il nostro salario. Può capitare durante un colloquio di lavoro, quando ci viene chiesto “quanto vorresti guadagnare da questo impiego?” o quando chiediamo un aumento di stipendio. Per quanto possiamo pensare di arrivare pronti a quel momento, con bei discorsi recitati davanti allo specchio, spesso finiamo per trovarci impreparati durante la vera e propria negoziazione, in quanto entrano in gioco diversi fattori emotivi. E il risultato potrebbe essere una cifra che si discosta totalmente da quella che avevamo pensato di meritarci e, quindi, di chiedere.

Dunque, come negoziare senza uscire completamente delusi dalla trattativa?

Non tutti sono negoziatori professionisti e non è obbligatorio diventarlo per negoziare il proprio stipendio, quindi ecco semplicemente alcuni errori da studiare ed evitare di fare durante una negoziazione contrattuale.


1. Rompere il silenzio subito

Il silenzio è una tecnica di negoziazione importante che molti datori di lavoro usano strategicamente durante una negoziazione. Infatti è studiato per far credere che stiano perdendo entusiasmo per la proposta. Pensate, per esempio, di proporre una cifra e di ottenere come risposta il silenzio del vostro interlocutore: sentirete il bisogno di interrompere quel momento di disagio dicendo qualcosa del tipo “però se è una cifra che ritiene troppo alta, possiamo considerare qualcosa in meno”. Non lasciate che usino questa tecnica, mantenete anche voi il silenzio e aspettate che sia l’altra persona a parlare. Lo stesso vale se siete al telefono.



2. Chiedere uno stipendio che rispecchia il vostro stile di vita ma non i risultati che portate

Lo stile di vita non ha peso in questo tipo di negoziazione. Il datore di lavoro non vuole sentire che ambite a quel determinato stipendio “perché dovete pagare la retta della scuola di vostro figlio” o perché “dovete pagare il mutuo di casa”. Qualora doveste utilizzare queste argomentazioni come tecnica di negoziazione, egli si ritirerà dietro a rigidi protocolli per il compenso verso gli impiegati dell’azienda, impedendovi di contestare qualsiasi proposta. Potete invece fargli presente i risultati che portate o potete portare, dimostrandogli il vostro valore, se non i fatti stessi, a supporto della vostra richiesta.


3. Accettare uno stipendio basso senza negoziare

Spesso, soprattutto se si viene assunti da una società per cui si vuole lavorare, si accetta qualsiasi stipendio senza negoziare. Non si pensa ai soldi, ma si è semplicemente contenti di essere assunti da quell'azienda. Tuttavia, con uno stipendio iniziale basso ci sono scarse possibilità che si venga pagati di più in futuro o, quantomeno, arrivare alla cifra che si vorrebbe guadagnare. La tecnica di negoziazione migliore, qualora il salario proposto dovesse essere più basso di quello precedentemente ipotizzato, potrebbe essere di chiedere un po’ di più, senza esagerare. Non pensate che esista solo un’unica proposta da accettare o rifiutare, esistono molte alternative. Domandate e sondate il terreno per capire quanto potete chiedere in più.


Milano, li 11 Gennaio 2019

#lavoro

Logo_ridisegnato.png

Copia Originale 

Foro Buonaparte,22