• La Redazione

White Noise: cos’è e perché funziona

Tempo di lettura: 2 minuti


Con White Noise si definisce il rumore prodotto dalla combinazione di tutte le frequenze udibili al nostro orecchio.

Vengono appunto denominate ‘’bianche’’ per via di come funziona lo spettro visivo: la luce bianca è il risultato che si ottiene sovrapponendo tutti i colori, in pratica se i White Noises fossero un colore sarebbe il bianco!


A cosa serve però ascoltare questi ‘’rumori bianchi ’’? Di seguito vediamo alcuni dei loro numerosi benefici:

1. Aumentano la concentrazione: a differenza della musica che può essere un fattore distraente, soprattutto se contiene dei testi cantati, ascoltare i White Noises in cuffia è un metodo efficace per isolarsi dai rumori esterni e focalizzare la nostra attenzione su ciò che stiamo facendo, che sia studiare dei testi o la produzione scritta, senza disturbi esterni.


2. Favoriscono la produttività: come conseguenza dell’aumento della concentrazione, una piacevole e costante white noise ci aiuta ad essere più produttivi.


3. Sono utili per meditare: i rumori bianchi sono molto raccomandati per meditare, in quanto risultano estremamente efficaci nel condurre le persone in un più profondo stato meditativo.



4. Aumentano la lucidità: nei momenti di confusione e stress, dati soprattutto da un sovraccarico di lavoro e mansioni da svolgere, permettono di ‘’pulire la mente’’ il tempo sufficiente di prendersi una breve pausa utile per riflettere sul da farsi e rilassarsi al tempo stesso.


5. Aiutano a dormire: ultimo beneficio ma non meno importante, anzi, è senz’altro il motivo più comune per il quale si ascoltano rumori bianchi, tanto sono efficaci. Da numerosi studi è infatti emersa la loro straordinaria efficacia su pazienti affetti da insonnia e disturbo del sonno, il loro ascolto è indicato addirittura ai neonati affetti da coliche, l’ambiente calmante dato dalle white noises pare infatti che li tranquillizzi in poco tempo fino a farli dormire.


Dove poter sentire dunque questi White Noises?

Esistono molte playlist appositamente create sia su Spotify che su Apple Music, ma l’applicazione più utilizzata rimane myNoise: la caratteristica più apprezzata dagli utenti è la possibilità di crearsi la propria White Noise personale, combinando una serie di frequenze disponibili a loro volta abbinate a vari colori.


Milano, li 28 Marzo 2019

#abitudini #concentrazione #whitenoises

Logo_ridisegnato.png

Copia Originale 

Foro Buonaparte,22